skip to Main Content
Ordine Francescano Secolare Fraternità "Santa Maria Nascente" di Sabbiocello - il Signore ti dia pace
Novena All’Immacolata – Sesto Giorno. Clarisse Di Gerusalemme.
  • News

fonte: monasteroclarissejerusalem.wordpress.com/blog/

Maria diventa madre in virtù del suo “sì”, lasciando che la Parola dell’angelo diventi cosa viva in lei attraverso lo Spirito Santo.

Ora, poiché è madre, la gravidanza è diventata indizio e pegno della grazia che si è sviluppata in lei come risposta di Dio.

Non sussiste un lungo decorrere di tempo e, come la madre non chiede tempo per riflettere, così altrettanto immediata è la risposta di Dio.

Lo Spirito la adombra per un attimo, perché si è schiusa totalmente per Lui: è come un lampo che fonda in un’unità feconda la domanda di Dio e la risposta umana, la disponibilità dell’umana creatura a la risposta di Dio.

Concatenazione   e al contempo divario incomprensibile.

Ora Maria porta il Bambino in grembo, sia in senso fisico che spiritale. Fisicamente In lei Egli usa della sua sostanza per svilupparsi. Spiritualmente è, però, il bambino che dà vita e forma alla madre.

Diventare madri nella vita consacrata: è la nostra missione specifica non solo le une per le altre in comunità, ma ancor di più verso l’umanità desiderosa di venir generata nello Spirito e di nascere alla vita di fede. Possiamo estender l’immagine ai sacerdoti e consacrati. San Paolo “partorisce” figli nella fede e San Francesco non ha avuto paura di parlar dell’esser madri dei propri confratelli nella Regola per gli eremi “Coloro che vogliono condurre vita religiosa negli eremi, siano tre frati o al più quattro. Due di essi facciano da madri ed abbiano due figli o almeno uno. I due che fanno da madri seguano la vita di Marta (Cfr. Lc 10,38-42), e i due che fanno da figli quella di Maria”.   Pregheremo per tutte le mamme e le famiglie in attesa di un figlio e per la fecondità della vita sacerdotale e religiosa

Preghiamo

Signore Gesù,
Ti prego con amore per questa dolce speranza che racchiudo nel mio seno.

Mi hai concesso l’immenso dono di una piccola vita vivente nella mia vita:
Ti ringrazio umilmente per avermi scelta strumento del Tuo amore.
In questa soave attesa aiutami a vivere in continuo abbandono alla Tua volontà.
Concedimi un cuore di mamma puro, forte e generoso.
A te offro le preoccupazioni per l’avvenire: ansie, timori, desideri per la creaturina che ancora non conosco.
Fa’ che nasca sana nel corpo, allontana da lei ogni male fisico e ogni pericolo per l’anima.

Tu, Maria, che conoscesti le ineffabili gioie di una maternità santa,
dammi un cuore capace di trasmettere una Fede viva e ardente.
Santifica la mia attesa, benedici questa mia lieta speranza, fà che il frutto del mio seno germogli in virtù e santità per opera Tua e del Tuo Figlio divino.
Amen

(San Domenico Savio)

Back To Top